lucioganci/ Maggio 9, 2017/ Uncategorized/ 0 comments

 

Palermo,quartiere Boccadifalco, Piazza Barone Turrisi.
Danni causati da una esplosione notturna in Piazza Barone Turrisi. Diverse automobili e il negozio di generi alimentari danneggiati dall’esplosione e dalle fiamme. Palermo,Italia 17/02/2017

Perché pubblicare adesso una foto di un fatto di qualche mese addietro? Non lo so! E’ istintivo, non so darmi una risposta non so nemmeno perché mi faccio la domanda.

Non ho la preparazione e l’istruzione necessaria per farlo, quindi mi rifugio nell’istinto nella intuizione, che come sappiamo hanno bisogno della scienza per provare, per determinare.

Ci vivo a Boccadifalco, è romantico il nome di questa borgata amata e odiata da tutti i suoi abitanti. Evocativo forse di avventure e misteri. Ma quali avventure e misteri si celano in questo budello di strada che attraversa una pittoresca agglomerazione di abitazioni prolungando la lunga e larga via Pitrè ( la via di Palermo) fino a raggiungere dopo 11 Km. ( circa ora non è che li ho misurati ), San Martino delle Scale che tanto fresco regala ai cittadini durante le afose serate estive. Quali misteri ed avventure,dunque, si celano? E che ne so, se di misteri si tratta io come faccio a saperli.

Però anche qualcuno più vecchio di me non ricorda un fatto così a Boccadifalco, che è percepita quasi come un’isola dai suoi abitanti e anche dai vari amministratori della città di Palermo, di tutte le epoche, tranne quando si avvicinano le elezioni ( di qualsiasi tipo ),

Non metto le foto delle persone che ho trovato lì, perché sono immagini di volti sgomenti,sorpresi,increduli,affranti,sfiduciati e arrabbiati perché l’isola è stata raggiunta. Non le metto perché sarebbero di contorno non protagoniste del fatto, nessuno le noterebbe, e invece sono loro, le facce sgomente, ad avere diritto ad essere immaginate da chi guarda la foto del fatto che è avvenuto. E’ scoppiata una bomba a Boccadifalco! Ma dove ? In piazza! Possibile? non era mai successo, allora é vero é finito tutto, Boccadifalco è finita non c’è più.

L’isola non cè più, l’isolamento non c’è più che, con i suoi confini lontani con i suoi svantaggi con la sua arretratezza con la sua arcaicità  proteggeva, non c’è più. Improvvisamente in una notte all’esterno di un botto, e all’interno di una fiammata, era sparita.

Da che cosa l’isola proteggeva? Bho!!! Forse dai misteri, e dalle avventure pericolose e anche loro misteriose, ma i misteri sono misteriosi, se non lo fossero, misteriosi dico, non sarebbero misteri.

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*